Controllo della fauna selvatica

Ai sensi dell'articolo 19 della L. 157/92 e dell'articolo 17 della L.R. 50/93 le Regioni, per la migliore gestione del patrimonio  zootecnico, per la tutela del  suolo,  per  motivi  sanitari,  per  la  selezione biologica, per la tutela del  patrimonio  storico-artistico,  per  la tutela delle produzioni zoo-agro-forestali ed ittiche, provvedono  al controllo delle specie di fauna selvatica anche  nelle  zone  vietate alla  caccia. 
Previo parere ISPRA, le Regioni  possono autorizzare piani di abbattimento. Tali piani vengono attuati  dalle Polizie provinciali che possono altresì  avvalersi dei proprietari  o conduttori dei fondi sui quali si attuano i piani  medesimi,  purche' muniti di licenza per l'esercizio venatorio, nonche'  delle  guardie forestali e delle guardie comunali munite di licenza per  l'esercizio venatorio e da operatori muniti di licenza per l’esercizio dell’attività venatoria, all’uopo espressamente autorizzati, direttamente coordinati dal Servizio di Polizia provinciale.
 
Riferimenti normativi relativi ai Controlli sulla fauna selvatica