Coordinamento vigilanza volontaria

Guardie volontarie

La Legge 157/92 prevede che l’attività di vigilanza venatoria sia affidata, oltre che agli organi ufficiali dello Stato e degli enti territoriali, anche a volontari appartenenti ad associazioni venatorie rappresentate nel Comitato Tecnico Faunistico-Venatorio Nazionale e in possesso del decreto di guardia giurata rilasciato dal Presidente della Provincia. Le guardie volontarie sono coordinate dalla Provincia e, nello specifico, dal Corpo di Polizia Provinciale. Il Corpo, dalla fine del 2002, ha elaborato un piano di vigilanza che, tenendo conto delle diverse realtà del territorio e della disponibilità di volontari, ha suddiviso la Provincia di Padova in cinque macroaree, affidate a propri responsabili che si avvalgono della collaborazione delle guardie volontarie.
Particolare attenzione riceve l’attività di formazione e di aggiornamento dei volontari, che partecipano a numerosi corsi su temi come la vigilanza ittico-venatoria, il soccorso e recupero della fauna selvatica, le procedure amministrative di accertamento delle violazioni e il pronto soccorso.

Corsi di formazione

  

Decreto

Ogni guardia volontaria è in possesso di un tesserino di riconoscimento rilasciato dalla Provincia, che viene rinnovato ogni due anni.

Associazioni ittico-venatorie

Le Associazioni ittico-venatorie per conto delle quali operano le guardie volontarie sono le seguenti:

  • ARCICACCIA - PESCA
  • C.F.I. - PADOVA CARP TEAM
  • C.F.I. - COLLI EUGANEI CARP TEAM
  • CONFEDERAZIONE RANGERS
  • ENALCACCIA - PESCA E TIRO
  • ENTE PRODUTTORI SELVAGGINA
  • F.I.P.S.A.S.
  • FEDERCACCIA
  • FEDERPESCA
  • GUARDIE AMBIENTALI D'ITALIA
  • GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE
  • ITALCACCIA - ITALPESCA
  • LA SORGENTE
  • LEGAMBIENTE
  • LIBERA CACCIA - PESCA
  • RANGERS D’ITALIA