Festeggiato San Giorgio Santo Patrono delle Guardie Volontarie Ittico Venatorie

Il 23 aprile 2013 alle ore 19.15 presso la Basilica di Santa Giustina di Padova, nella splendida cornice di Prato della Valle, si è celebrata la Santa Messa in commemorazione di San Giorgio, Santo Patrono delle Guardie Particolari Giurate. Grazie alla disponibilità del Padre Abate, Don Francesco Trolese, e di tutti i confratelli della Comunità Monastica della Basilica di Santa Giustina, è stato possibile, per il VI^ anno consecutivo, promuovere un’iniziativa che, oltre all’alto valore religioso ha avuto come obiettivo la valorizzazione della risorsa del volontariato operante nella vigilanza ittico – venatoria in stretta collaborazione con la Polizia Provinciale di Padova.

La ricorrenza, organizzata e promossa di concerto con i Presidenti delle Associazioni Ittico Venatorie della Provincia di Padova, ha permesso di riunire nella Basilica di Santa Giustina oltre 200 Guardie Particolari Giurate Volontarie ittico – venatorie e molte autorità civili e militari.

Le Guardie Particolari Giurate hanno depositato ai piedi dell’altare un cesto di prodotti culinari per rendere omaggio alla Comunità Monastica di Santa Giustina che si è dimostrata straordinariamente disponibile.

Al termine della Santa Messa, officiata da Padre Abate e da Padre Federico (guida spirituale del Corpo di Polizia Provinciale di Padova), la Guardia Particolare Giurata Volontaria Luca Masiero, dell’Associazione Padova Carp Team, ha dato lettura della preghiera della Guardia Particolare Giurata.

Prima che l’attenzione si spostasse nell’area antistante alla Basilica per la benedizione dei mezzi usati dagli Agenti Volontari per la vigilanza ittico – venatoria, l’Assessore alla Polizia Provinciale Enrico Pavanetto ha ringraziato pubblicamente tutti gli intervenuti a nome dell’Amministrazione Provinciale di Padova. “Di fatto, – ha detto Pavanetto – questa ricorrenza vuole valorizzare in modo sempre più efficace i nostri collaboratori e farli sentire sempre più parte della Polizia Provinciale.”

Tutti gli intervenuti si sono intrattenuti, per festeggiare San Giorgio, nel chiostro “Dipinto” dove l’Assessore Pavanetto ha conferito un Encomio al Dottor Cino Augusto Cecchini, Comandante della Polizia Provinciale di Padova, per l’eccellente direzione della Polizia Provinciale nel corso del 2012 e per l’articolata operazione di supporto e collaborazione fornita, per oltre tre mesi, alla comunità di Medolla (MO) gravemente colpita dal sisma del mese di maggio 2012 e ha provveduto, poi, alla consegna di un Encomio al Comandante del Presidio di Polizia Locale di Medolla, Alessandro Bernardi, e ai due Assistenti di Polizia Locale Baroncini Erika e Bianchini Matteo. L’Assessore alla Sicurezza del Comune di Medolla, Patrizia Sgarbi, presente alla cerimonia, ha affermato: “La Provincia di Padova si è positivamente sostituita al Comune di Medolla, valorizzando il servizio che i nostri Agenti di Polizia Locale hanno eseguito durante l’emergenza del terremoto. Averli premiati con un Encomio della Presidente della Provincia di Padova ha rafforzato il nostro “gemellaggio” iniziato, ahimè, con le distruzioni provocate dal sisma del 29 maggio dello scorso anno. Padova è e resterà sempre nei nostri cuori perché nel momento del bisogno si è dimostrata tempestivamente disponibile”.

Don Francesco G.B. Trolese, O.S.B., Abate di Santa Giustina in Padova ha detto: “Siamo molto contenti, come comunità monastica, di aver condiviso la commemorazione di San Giorgio, quale santo Patrono delle Guardie Particolari Giurate.  E’ stata una celebrazione insolita, ma piacevole, vista la presenza delle numerose Guardie intervenute in divisa. In particolare vorrei sottolineare che l’ambito in cui attualmente operano le Guardie ha visto il Monastero di Santa Giustina, prima dell’epoca napoleonica, operare attraverso i propri dipendenti nella tutela del territorio e nella difesa dei suoi prodotti sia venatori che ittici.”

Foto San Giorgio 2013

San Giorgio: Breve storia - Preghiera