"OCCHIO ALL'INGANNO". PICCOLI ACCORGIMENTI PER SENTIRSI PIU' SICURI

Anche la microcriminalità ha le proprie regole e i propri metodi consolidati. Esserne a conoscenza permette di approntare una difesa, per quanto possibile efficace, dai furti, dalle truffe e dai raggiri. Per questo, la Provincia di Padova e in particolare l’Assessorato alle Politiche per la Sicurezza ha realizzato un vademecum di facile consultazione che fornisce una serie di consigli utili sulle regole di comportamento da tenere in casa, per strada, in automobile, in banca, in bicicletta o davanti al computer, per evitare di rimanere vittima dei malintenzionati.

Scarica l'opuscolo


L’opuscolo, dal titolo “Occhio all’inganno”, è stato presentato a Palazzo Santo Stefano dall’assessore provinciale alle Politiche per la Sicurezza Enrico Pavanetto, dal vice prefetto di Padova Aldo Luciano, dal comandante della Polizia Provinciale Cino Cecchini e dal  presidente dell'Associazione "Giano Family" Mario Bolzani. “L’opuscolo – ha spiegato l’assessore Pavanetto – è rivolto, in particolare, al mondo degli anziani che sono presi di mira con maggiore frequenza dalla microcriminalità perché considerate più vulnerabili, ma non solo. L'amministrazione provinciale ha quindi ritenuto doveroso far sentire a queste persone il sostegno delle istituzioni, anche con qualche consiglio utile, allargando il proprio intervento anche alla sicurezza nell’uso di Internet”.
La pubblicazione è stata realizzata grazie alla collaborazione con le Forze dell’Ordine, che conoscono i metodi usati più frequentemente dai ladri e dai truffatori. “Gli accorgimenti da adottare sono semplici, ma efficaci – ha sottolineato il comandante Cecchini – come ad esempio recuperare i rapporti di buon vicinato per sentirsi meno isolati e aiutarsi vicendevolmente. Oppure chiedere aiuto, senza vergognarsi di sentirsi in difficoltà. Una buona norma, su tutte: sporgere sempre denuncia, perché la denuncia, come si legge, “è un importante mezzo di comunicazione che il cittadino ha a disposizione per permettere alle forze dell’Ordine e alla Magistratura di perseguire gli autori dei reati”.
L’opuscolo spiega a chi rivolgersi in caso di necessità, dove andare, a chi telefonare e riporta una serie di numeri utili da chiamare in caso di emergenza.
“Occhio all’inganno”, stampato in 1.500 copie, sarà distribuito gratuitamente attraverso i Comuni e i Comandi di Polizia Locale della Provincia di Padova. Il PDF dell'opuscolo sarà scaricabile dal Sito Internet della Polizia Provinciale, a disposizione di tutte quelle Amministrazioni Locali e Associazioni che vorranno utilizzare questo importante strumento per sensibilizzare quante più persone possibile.