VALLE MILLECAMPI: OPERATI NUOVI CONTROLLI E SEQUESTRI DALLA POLIZIA PROVINCIALE

Sequestrate un’ottantina di munizioni vietate e individuati una trentina di cacciatori ai quali sono state elevate pesanti infrazioni. E’ l’esito dei controlli eseguiti dalla Polizia provinciale in Valle Millecampi nei giorni scorsi.
“Le verifiche eseguite dai nostri agenti – ha detto il presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo - servono primariamente per mantenere alto il livello di sicurezza. Quando si imbraccia un fucile l’attenzione deve essere davvero alta. E’ proprio per questa ragione e per la tutela dell’ambiente che la Polizia provinciale sorveglia continuamente il territorio”.
Gli agenti sono stati impegnati con appostamenti e hanno eseguito un controllo mirato della circolazione stradale. Hanno sorpreso un sessantenne di Codevigo con la patente scaduta dal 2012 alla guida di un veicolo non revisionato. E’ stata elevata una multa di oltre 300 euro e il ritiro del documento scaduto. Inoltre, gli operatori del nucleo nautico, hanno monitorato lo stato di salute della fauna selvatica, prelevando alcuni esemplari per sottoporli alle analisi dell’Istituto zooprofilattico di Legnaro. Ciò consentirà di capire se la fauna migratoria ha contratto o meno dei virus. “Nessun allarmismo – sottolinea Luciano Fior, responsabile del servizio di Polizia provinciale -  le analisi non sono altro che un valore aggiunto e rappresentano un monitoraggio di routine che servirà a mappare lo stato di salute in cui versano gli uccelli migratori”.
Il Consigliere provinciale delegato alla Polizia provinciale Vincenzo Gottardo ha dichiarato: “Nonostante la fitta nebbia presente nell’area lagunare e valliva, i controlli dei nostri operatori hanno dimostrato come qualche cacciatore non sia del tutto rispettoso delle norme che regolano il prelievo venatorio. Per fortuna si tratta di una percentuale marginale di soggetti che violano le normative, tuttavia i dati dell’operazione fanno capire come il presidio della Polizia provinciale in Valle Millecampi sia fondamentale per contrastare i fenomeni illeciti.”
Il sindaco di Codevigo Annunzio Belan ha concluso: “La sinergia con la Polizia provinciale garantisce al nostro territorio una sorveglianza costante e, talvolta, molto impegnativa. Porgo il mio ringraziamento a tutte le forze di polizia che collaborano tra loro, assicurando ai cittadini un servizio esemplare”.